MANIpolì MANIpolà

15 gennaio 2010  -  2010, 2010-2001, Archivio, Didattica, Progetti

Il progetto è stato improntato sull’integrazione e sullo scambio culturale, coinvolgendo due realtà scolastiche ubicate in zone che vengono comunemente definite “centrali” o “periferiche”. La scelta di far operare, insieme, studenti che pur vivendo nella stessa città, appartengono a istituzioni scolastiche diverse, ha favorito la crescita sociale e culturale sia per gli uni che per gli altri, in una reciprocità di comunicazione e collaborazione.
L’Associazione Culturale Aleph Arte ha inteso realizzare un percorso formativo nel quale l’attività creativa ha favorito l’acquisizione di nuove conoscenze, offrendo l’occasione di condividere una esperienza nuova e interessante.
Le attività si sono articolate in diversi e successivi momenti, sviluppando metodologie didattiche innovative.
L’esperienza formativa ha privilegiato l’osservazione diretta di una parte importante del territorio regionale che ha fornito elementi utili per l’arricchimento delle conoscenze e delle competenze generali. Attraverso un’attenta riflessione sull’arte, le attività didattiche di laboratorio hanno introdotto tutti gli allievi al “saper fare”, mediante esercizi propedeutici basati sulla metodologia di Bruno Munari. Il laboratorio “del fare” si è rivelato utile, soprattutto per ammorbidire il clima di difficoltà esistenziale, operando in un clima di cooperazione anzichè di competizione.
Infatti, le esperienze artistiche hanno sempre rappresentato la riscoperta dei mezzi di comunicazione diversi dalla parola, rivelandosi un valido strumento di mediazione socio-educativo, un veicolo di distensione e sicurezza emotiva.